Con Luciana, Francesca e Gioele al laboratorio sulla costruzione del giocattolo (Cascina Cuccagna)

Siamo stati invitati da Luciana  ad un laboratorio sulla costruzione del giocattolo. Francesco appena ha sentito che si trattava di stare con Francesca e Gioele ha voluto andare, anche se io avevo dei dubbi sul suo interesse per questo genere di attività, visto che  come madre faccio tante cose manuali con lui, compresi giocattoli con materiali naturali http://lacasadiserendippo.altervista.org/turaccioli-e-stuzzicadenti-per-creare-e-giocare/ o materiali di recupero http://lacasadiserendippo.altervista.org/burattini-con-bottiglie-di-plastica-e-materiale-di-recupero/ e so dove vertono principalmente i suoi interessi.
Siamo andati quindi a questo laboratorio tenuto alla Cascina Cuccagna di Milano e sono rimasta stupita di conoscere questo ulteriore contesto della mia città, non c’ero mai stata, è una cascina in piena città di Milano, vicino alla fermata “Lodi” della MM3 e davvero tanto carina.

Che bei giocattoli con materiali naturali  c’erano al laboratorio, ma i presenti eravamo solo noi e Luciana!

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Il compito mio e di mio figlio era quello di costruire questo giocattolo che gira su stesso e fa un suono:
OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Francesco povero caro ci ha provato ad applicarsi, ma non era una manualità adatta a lui e nemmeno un suo interesse, a me invece piaceva tanto!Francesco però avrebbe voluto vedere tanti altri attrezzi come questi utensili meravigliosi presenti al laboratorio.
Una lima fantastica:
OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Un ancor più meraviglioso trapano a mano mai visto in vita mia!
OLYMPUS DIGITAL CAMERA

I gusci di  noci bucati da noi col trapano a mano:
OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Luciana e i suoi figli dovevano costruire un giocattolo diverso dal nostro.
OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Ma Gioele, a cui piace molto dedicarsi a questo genere di attività, aveva idee diverse su cosa voler costruire, qui sono visibili dei “cancelletti” costruiti da lui….
OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Ecco Francesca all’opera con la sega!

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Francesco invece ha avuto una grandissima pazienza, perchè nonostante non lo interessasse per nulla  il laboratorio e fosse probabilmente giustamente infastidito dall’atteggiamento  poco accogliente del conduttore,  ha saputo,  povero, resistere ben due ore, cercando vari  diversivi giustamente, come la lotta coi bastoni o uscire dalla porta ed esplorare il resto delle stanze vuote della cascina.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Se poi il conduttore del laboratorio, dall’alto della sua professionalità di “esperto pedagogo”  che fa laboratori anche nelle scuole,  non avesse cercato di farmi sermoni, senza neppure conoscermi, su come dovrei crescere mio figlio, sul fatto che rischio di renderlo addirittura un capro espiatorio o un despota  non facendolo andare a scuola e dedicandogli le attenzioni che gli dedico, se non avesse mal giudicato anche uno dei figli di Luciana per il modo di esprimere la sua frustrazione in  alcuni momenti dandogli della “lagna”  e  altre insensatezze, sarebbe stato certamente meglio! Penso che, mio figlio, se ci fosse stata un altro genere di persona a condurre il laboratorio, una persona davvero accogliente e priva di pregiudizi e se l’attività fosse stata calata maggiormente su di lui,  forse non avrebbe continuamente cercato di evadere giustamente da quel luogo, ma avrebbe seguito con interesse, come ha sempre fatto anche in altri  generi di laboratori a cui abbiamo partecipato. Che delusione anche per Luciana che avrebbe voluto poter portare un laboratorio così bello,  ai genitori di scuola familiare di Bergamo! Purtroppo i pregiudizi che si incontrano sono davvero tanti, io ormai ci sto facendo il callo, anche se alla fine dopo suoi innumerevoli sermoni,  un bel discorsetto molto educato sulla sua mancanza di accoglienza e sul suo malgiudicare senza neppure conoscere le persone gliel’ho fatto io.

Per fortuna c’era un bel giardino-cortile dove i bambini prima di mangiare si sono sfogati:

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Abbiamo poi mangiato assieme al bel bar-ristorante di cibi biologici della cascina e c’erano anche tavolini per i bambini.
OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Dopo pranzo siamo stati al parco Alessandrini dove ci sono dei meravigliosi scivoli stratosferici e i tre bambini si sono davvero divertiti molto.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Arrampicarsi su un albero è stato possibile pure in un parco di città! Insomma grazie Luciana che bella giornata!!
OLYMPUS DIGITAL CAMERA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Precedente Intervista da scrivere, arretrati, downoload carte delle nomenclature di lego (flash cards) e fumetti. Successivo L'inglese con i video sul lego e il CantaEnglish di John Peter Sloan

3 commenti su “Con Luciana, Francesca e Gioele al laboratorio sulla costruzione del giocattolo (Cascina Cuccagna)

  1. Son contenta che non ti sia trattenuta dal fare il discorsetto al conduttore, e son contenta anche che con te c’era Luciana che certamente ti sarà stata di consolazione. Effettivamente anche fuori dalla scuola, la scuola la si trova lo stesso, con tutti i suoi difetti, purtroppo. E’ pieno di “maestri” dappertutto, persino in biblioteca durante le letture, dove vedo un approccio completamente diverso a quello di altri paesi del mondo. Quanta gente triste, noiosa e priva di fantasia c’è in giro…Oggi mia figlia mi ha raccontato qualcosa di quello che faceva all’asilo durante quelle settimana in cui lo ha frequentato: “abbiamo raccolto i fiori, fatto le impronte, dipinto, ballato..” e io: “e ti piaceva?” e lei “sì”, io:”allora vuoi tornarci?”, lei:”Ma dai mamma, no! A me non mi va di fare niente…” Haha se l’avessero sentita le sue ex maestre! Non sia mai comprendere il bisogno di un bambino di non far niente e di non rispondere ad attività comandate. Un caro saluto

    • lacasadiserendippo il said:

      Già essere liberi anche di dire no, di non voler fare..Hai detto bene e ha detto bene tua figlia Graziana! E sarei io poi la madre che non lascerebbe a suo figlio lo spazio di indipendenza secondo i soliti pregiudizi! Mio figlio invece non ci voleva proprio neppure provare ad andare alla materna ma io l’ho convinto a sperimentare: solo due giorni peraltro positivi, ma poi non ci è più voluto andare perchè “Preferiva vederei suoi amici al parco e fare tante cose con la mamma”! Noi forse di cose ne facciamo anche troppe ma oggi riposo!!! .

  2. mi fa molto piacere sentire che non ti sei tirata indietro e che hai risposto a tono a quella persona.
    è bello saper onorare le proprie scelte e saperle anche difenderle, in caso di necessità.
    ti stimo molto
    ciao!

Lascia un commento