Gita all’Ikea, contare fino a 100 con l’abaco e di nuovo storia e geografia.

Ieri siamo andati all’ Ikea ad acquistare la libreria Billy http://www.ikea.com/it/it/catalog/products/63688310/ , così che Francesco possa avere alla sua portata alcuni dei  materiali didattici più importanti e sceglierseli da solo senza neppure chiederli. Certo mi sarebbe piaciuto avere in casa più spazio per poter mettere degli scaffali in stile montessoriano http://www.montessoriinpratica.it/web/content/scaffale-scalare, ma non abbiamo  lo spazio e  costruirseli costa pure ben più che comprare questa libreria all’ Ikea. Inoltre ovviamente saremo costretti lo stesso ad impilare tra di loro alcuni materiali, perchè se mettessimo i materiali come si dovrebbe fare secondo la Montessori, ovvero senza impilare nulla,  in modo che molto facilmente il bambino possa prendersi quello che vuole, ecco in questo modo non ci starebbe neppure un terzo di tutto quello che vorremmo farci stare. Ognuno fa quello che può, d’altronde non ho una classe di bambini da gestire, ma solo mio figlio, che riesce a prendersi quello che vuole anche così e in questo modo almeno ha più cose a sua disposizione. Certamente poter  fare uno scaffale come un’altra mamma homeschooler in questo blog  sarebbe stato tanto più bello: http://ilghepardoeilcerbiatto.blogspot.it/2013/01/che-gioia-oggi-ho-finito-di-costruire.html

All’ Ikea abbiamo acquistato anche altre cose, tra cui questo meraviglioso abaco fattomi notare da un’ altra mamma homeschooler.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Francesco già da un po’ si interessa ai numeri dopo il 10 e mentre mangiavamo ha voluto contare per la prima volta  fino a 100 sull’abaco. Lo ha fatto con il mio aiuto nel cambio di ogni decina e nei numeri dal 13 al 19, che per ora fatica ancora a  ricordare, ma una volta saputo come si chiamava la decina in questione ovvero 50 o 60 ecc ecc,  ecco che ha sciorinato tutti gli altri numeri da solo, dimostrando di aver ben compreso il meccanismo, anche se necessita ancora di un po’ di memorizzazione.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Con l’abaco abbiamo fatto pure alcune addizioni e sottrazioni, poi Francesco si è divertito  a creare delle simmetrie particolari , di modo che da  un lato i numeri salivano da uno a dieci e dall’altro contemporaneamente scendevano specularmente.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Durante i viaggi di andata e ritorno,  mio figlio mi ha bersagliata di domande sulle guerre del passato e così abbiamo riparlato di secondo guerra mondiale degli americani e dei tedeschi, delle guerre degli antichi romani per ingrandire l’impero, delle guerre di Gengis Khan condottiero e sovrano mongolo, che conquistò tantissimi popoli e terre per creare l’impero mongolo, della guerra contro gli indiani d’ America ecc ecc Francesco avrebbe pure voluto sapere quale fosse la prima guerra in assoluto, ma eravamo in metropolitana e non avevo modo in quel momento di rispondere a questa sua domanda.

Poi mi ha chiesto di spiegargli ancora perchè gli antichi pensassero che la terra era piatta, chi ha scoperto l’ America, come hanno fatto a scoprire che la terra fosse rotonda . Quindi abbiamo parlato sia di Cristoforo Colombo, che di Amerigo Vespucci , che di Magellano un’ altra volta.

Una volta a casa ha voluto decidere lui dove e come mettere i suoi materiali e siamo molto soddisfatti comunque di quello che abbiamo realizzato insieme.

Precedente La matematica quotidiana e giochi di matematica su Poisson Rouge Successivo Commemorazione di mio padre: i bambini sanno inventarsi giochi con nulla e dal nulla

Lascia un commento