Il nostro Carnevale

Anche quest’anno nonostante il mal tempo siamo riusciti a festeggiare il Carnevale,  una festa a cui mio figlio tiene molto.

Venerdì 3 marzo siamo andati all’immancabile e bello clown festival con A. uno dei migliori amici di Francesco, prima al circo Pic a vedere la Brigata Totem, dalla foto non si vede molto ma questo clown era davvero bravo, senza praticamente mai parlare, impersonava questo strano personaggio che usciva ed entrava dalla sua casetta dalla porta troppo piccola e poi faceva incredibili acrobazie su un alto palo.

Brigata Totem al Circo Pic

Lo spettacolo dopo la Brigata Totem non ci è piaciuto tanto , siamo usciti prima che finisse dal circo Pic e siamo andati a vedere lo spettacolo del bravissimo Claudio Levati al Teatro Sassetti, anche qui sia mio figlio che il suo amico si sono moto divertiti e ci siamo divertiti tutti direi, anche il resto del pubblico, perchè Claudio Levati era proprio bravo e coinvolgente.

Claudio Levati al Teatro Sassetti

Sabato grasso’abbiamo partecipato alla sfilata di Carnevale del nostro quartiere.

Francesco per quest’anno ha voluto vestirsi da villico contadino di minecraft, quindi veste lunga marrone e sopraciglioni. La testa pelata e il nasone tipico di questi personaggio invece non se li è voluti fare. Ed eccolo qui dunque con un costume in panno carta confezionato da me medesima e con l’atteggiamento  tipico dei villici minecraftiani!

Francesco col vestito e i sopraciglioni da villico di minecraft e il piglio tipico di questo strano personaggio

Meno male che non si atteggiava tutto il tempo a villico però!

Francesco

Alla sfilata lo hanno anche fatto salire su una bike cargo assieme a C. una sua amichetta

Francesco con C. , una sua amica,dentro una cargo bike

Ed eccoli qui Francy con la sua amica C. che giocano assieme:

 

incorporato da Embedded Video

YouTube Direkt

Viviamo in un quartiere multietnico, dove si vive bene tutti insieme e nessuno viene discriminato. Neppure altre specie animali vengono discriminate, tanto meno alla parata, come potete vedere da questa curiosa immagine:

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*