La geometria nel gioco e nel quotidiano

Francesco ieri mi ha chiesto:” Qual’è la strada più breve in questo gioco di Lego Heroica secondo te?”
( nel gioco come da foto sotto , gli eroi devono  andare dalla partenza con bollino verde, fino all’arrivo con bollino rosso)

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Osservando il disegno sopra, ho visto che le strade per arrivare alla meta quanto a lunghezza erano uguali, perchè si trattava di un rettangolo perfetto, quindi ho cercato di spiegare a Francesco che era un rettangolo e quindi i due lati maggiori erano uguali tra di loro e i due lati minori pure e le strade dunque erano uguali.

Gli ho poi mostrato le caratteristiche del rettangolo, anche con un rettangolo di plastica che fa parte di tante forme logiche e geometriche che abbiamo preso da Fortura di via Pietrasanta.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Così gli ho mostrato come nel rettangolo i due lati più lunghi sono uguali tra loro e pure i due lati più corti e che questa è proprio una caratteristica di questa forma geometrica.

Poi mi sono ricordata pure di quante volte mi ha chiesto nel tornare a casa dal parco perchè è più breve la strada che voglio fare io, anzichè quella che vuole fare lui e che a lui pare più breve.

Così gli ho disegnato anche la strada per tornare a casa dal parco, che gira in effetti attorno a un perfetto rettangolo costituito da edifici:

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Non era del tutto convinto e allora ho preso una strisciolina di elastico( non avevo cordini!)  e senza tirarlo minimamente  ho misurato davanti a lui i due diversi percorsi, tagliando l’elastico nei due punti diversi.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Ed ecco poi gli elastici stesi uno di fianco all’altro che mostrano una strada più corta rispetto all’altra:

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Precedente Pasta da modellare e sistema solare Successivo Prime lezioni d'arte col babbo

Un commento su “La geometria nel gioco e nel quotidiano

Lascia un commento