La materia, l’atomo e l’elettricità statica

Con Francesco abbiamo spesso affrontato l’argomento materia, atomi, elettricità statica ma abbiamo deciso di approfondire.

LA MATERIA

Ho scaricato dal web questo file che Francesco ha compilato:

Poi ha svolto l’esercizio sul quaderno:

Ma sul peso, volume e massa Francesco si era già divertito  on line con questa simulazione https://phet.colorado.edu/it/simulation/legacy/density , allego screenshots:

L’ ATOMO

Abbiamo parlato con Francesco di come tutta la materia è composta da atomi, che in ogni atomo ci sono protoni (con carica positiva, stanno fermi) neutroni (privi di carica, anche loro stanno fermi) ed elettroni (con carica negativa, loro  si muovono).

A seconda della loro composizione, materiali diversi tendono ad avere una carica diversa (positiva/negativa) o a esserne privi.

Francesco ha poi sperimentato la simulazione digitale del comporre un atomo a partire da protoni, neutroni, elettroni, davvero molto carina e fatta bene,  al link https://phet.colorado.edu/it/simulation/build-an-atom , allego screenshots:

ESPERIMENTI SULL’ ELETTRICITA’ STATICA

Abbiamo visto con Francesco questo video, anche se un pochino difficile per lui:

http://www.raiscuola.rai.it/articoli/elettricit%C3%A0-statica-caratteristiche/9182/default.aspx

Poi abbiamo preparato e condotto degli esperimenti sull’elettricità statica, ispirandoci a questo link:https://www.wonderbly.com/it/blog/giochi-e-trucchi/elettricita-statica

Ed ecco Francesco all’opera:

Francesco ha disegnato una “pecora” sopra una lattina, la “pecora” è priva di carica, perché ha lo stesso numero di protoni e neutroni, quindi ha un occhio con il segno meno e un occhio con il segno più
Ha disegnato un grosso segno meno sul palloncino
Francesco si è poi sfregato in testa il palloncino, in questo modo il palloncino prende una carica negativa, perché cattura gli elettroni attraverso lo sfregamento:
Infatti il palloncino ha subito attirato i capelli di Francesco
Il palloncino gli rimaneva incollato ai vestiti.
Francesco ha poi potuto verificare come il palloncino caricato negativamente attirasse effettivamente anche la “pecora”
Francesco ha disegnato su un pezzo di sacchetto di plastica ritagliato, una medusa “negativa”, con entrambi gli occchi con segno meno, il sacchetto sfregato si carica negativamente come il palloncino
Tenendo in mano la medusa dopo averla sfregata, ha potuto constatare che i tentacoli della medusa fuggivano lontano dal palloncino, perché i segni negativi si respingono tra loro.

Francesco si è cimentato anche in queste divertenti simulazioni on line sull’elettricità statica:

https://phet.colorado.edu/it/simulation/legacy/balloons-and-static-electricity

https://phet.colorado.edu/it/simulation/john-travoltage

Allego screenshots:

 

Sono ben visibili le cariche negative ovvero gli elettroni che causano l’elettricità statica
Divertente in questa simulazione il gioco di parole tra” Volt” e “Travolt”

 

Precedente L' origine del mondo e la preistoria con linea del tempo fai da te Successivo Calcolo mentale

Un commento su “La materia, l’atomo e l’elettricità statica

Lascia un commento