Gli antichi romani

Francesco ha una passione autentica per i libri di adesivi  e, come ho già detto e dirò ancora,  è questa  una sua modalità preferenziale d’imparare.

Ho trovato in libreria questo libro di adesivi sugli antichi romani e l’ho subito acquistato:

Cosi’, l’altra mattina, mentre andavo in palestra e fuori pioveva, Francesco ha potuto stare un poco in esclusiva con suo padre ed entusiasmarsi  ad attaccare gli adesivi.

Il libro è fatto bene, ci sono tante ambientazioni specifiche dell’antica vita romana, dove inserire gli adesivi, come si può vedere dall’ indice.

Suo padre gli leggeva i trafiletti delle ambientazioni, che illustravano brevemente la vita degli antichi romani e lo aiutava a capire in quali pagine andavano messi gli adesivi specifici, e poi Francesco si poteva sbizzarrire nel suo gioco preferito di attaccare adesivi!

Come potete vedere in alcune pagine che ho fotografato:

Al mio rientro aveva già messo quasi tutti i 300 adesivi e gli mancavano solo quelli delle divinità, che voleva fare con me.
Così io gli leggevo  un trafiletto per volta, che spiegava le caratteristiche di una specifica divinità romana, poi chiedevo a lui se da solo riusciva a capire quale fosse l’adesivo giusto di quella divinità , che andava attaccato di fianco alla descrizione e lui è riuscito a riconoscere la divinità giusta quasi sempre, tranne una singola volta.
Ed ecco la pagina delle divinità romane completata:

Mio figlio mi ha chiesto spiegazioni ulteriori sulle divinità in cui credevano i romani, gli ho spiegato che per loro ogni cosa aveva come un Dio che la proteggeva e animava, ad esempio per l’Amore c’era la dea Venere e non sapendo che c’è lo spazio e che la terra gira intorno al sole, loro credevano che fosse Apollo il dio del sole a portare ogni giorno il sole nel cielo col suo carro. Lui mi ha chiesto invece il popolo di oggi in cosa crede, gli ho parlato del mio credere in un Dio unico e in Gesù, come già sa, e che altre persone invece non credono in nessun Dio o in altri Dei unici. Mio figlio mi ha detto che lui per ora crede nei suoi “mostri” e in un unico Dio. Per lui da anni non c’è mai solo una cosa in se stessa, ma c’è sempre anche il suo “mostro” una sorta di anima superiore della cosa in se stessa che può essere buono o cattivo, ad esempio mostro dell’erba, mostro del ghiaccio, dell’aceto ecc ecc Poi ha voluto che gli rileggessi  il libro e  abbiamo guardato un po’ di cartoni animati sull’antica Roma.

Ritorno al futuro -I gladiatori

incorporato da Embedded Video

YouTube Direkt

Pax romana (prima parte)

incorporato da Embedded Video

YouTube Direkt

Pax romana ( seconda parte)

incorporato da Embedded Video

YouTube Direkt

 

La cosa divertente è stato che oggi mio figlio, ricordandosi dei triclinii su cui giacevano comodamente sdraiati i nobili romani dell’antichità, si è sdraiato sul divano e mi ha chiesto se poteva mangiare sdraiato come gli antichi romani ricchi!

Ovviamente la mia risposta  è stata che non c’era problema , solo che avrebbe dovuto tenere la schiena e la testa un po’ più in alto e abbiamo organizzato un menù per lui da divano-triclinio un po’ come nell’illustrazione del suo libro di adesivi sotto!

Precedente Mamma cosa c'è scritto? Successivo Erika Di Martino intervistata da Cristina Parodi sulla 7

Lascia un commento