L’inglese!?

Noi non siamo per nulla bilingui e conosciamo  poco l’inglese, io l’ho studiato per due anni ad un corso comunale e mio marito a scuola, ma a mio figlio piace fare ricerche su youtube di cose che piacciono  a lui, sotto la mia attenta visione, e capita spesso che i video sono in Inglese. A volte quindi guarda video o  cartoni animati in Inglese, poi fin da quando aveva due anni gli piace giocare su questo sito didattico in inglese http://boowakwala.uptoten.com/kids/boowakwala-games.html ed ha imparato dai 3 anni ad orientarsi tra le pagine da solo, muovendo lui il mouse e schiacciando da solo le risposte. Spesso mi chiede come si dice questa parola in Inglese e quest’altra, io non ne so molto d’inglese e a volte non so rispondergli!

Ultimamente, che è molto sensibile e attento al suono delle parole, è partita tutta una discussione dal nome di Spiderman , che in inglese tradotto letteralmente vuol dire ragno uomo e lui si chiedeva perchè invece in Italiano diciamo uomo ragno, mettendo prima uomo e poi ragno. Così ho dovuto introdurre il concetto di aggettivo e nome e spiegare che gli inglesi amano mettere prima l’aggettivo e poi il nome e noi italiani amiamo di più fare l’opposto. Delle volte mi chiedo, vista la sua curiosità, se non dovrei fare di più per andare incontro a queste sue richieste d’imparare l’inglese. Finora non l’ho fatto perchè in italiano, anche se parla compiutamente abbastanza bene, fatica ancora a pronunciare le parole più lunghe e difficili ad esempio “Montenapoleaone” e non riesce a dire la R, quindi mi sembrerebbe di mettere troppa carne al fuoco, ma poi penso all’opposto: magari è uno stimolo in più che lo aiuta anche per l’Italiano? Inoltre secondo la Montessori il periodo “sensibile” per il linguaggio è fino ai 6 anni e anche se non so se sia proprio così per tutti , questa cosa mi fa pensare.

Ho pure un fratello che si è trasferito in Gran Bretagna con tutta la famiglia  e quindi prevedo viaggi di conoscenza lingue con lunghi soggiorni  nel futuro,  solo che forse sia per mio figlio ,oltre  che per me, dovremmo prima cercare di approfondire meglio qua in Italia.

Pensavo di acquistargli uno di quei giochi per imparare l’inglese, pensava ad uno scambio competenze con qualche homeschooler madrelingua  inglese, ce ne sono più di uno,  qui nei pressi che si presterebbe ad insegnargli l’inglese se a mio figlio piace.Trovo bella l’idea del playgroup di Inglese, magari proverò pure a cercare in tal senso.

Anche recentemente mio figlio mi ha chiesto di dirgli le lettere   e i numeri in Inglese, si è voluto guardare dei video di numeri inglese, insomma lui è molto interessato dovrò sicuramente cercare di andare incontro anche a questa sua richiesta d’imparare!

Precedente I disegni di Francesco che amo di più Successivo Aggressione e rapina al babbo, pronto soccorso e questura.("Gli homeschoolers isolano i loro figli dal mondo" in realtà è proprio vero l'opposto!)

Lascia un commento